Agricoltura biologica: l’Italia perde posizioni in Europa

Agricoltura biologica: l’Italia perde posizioni in Europa

agricoltura biologica italiana

A causa delle importazioni extracomunitarie, l’Italia ha lasciato alla Spagna il primato europeo della produzione biologica. A darne notizia è la Coldiretti nel sottolineare come lo scorso anno nel nostro Paese ci sia stata sia una contrazione del numero di produttori operanti nel biologico, sia della superficie nazionale coltivata.

Secondo l’Organizzazione degli agricoltori le importazioni di biologico extracomunitario letteralmente uccidono la produzione “made in Italy” per il semplice fatto che con l’assenza dell’obbligo di indicazione dell’origine in etichetta molto spesso la merce estera viene commercializzata e spacciata nel nostro Paese come nostrana.

Dalle elaborazioni della Coldiretti effettuate sui dati Sinab, inoltre, è emerso come negli ultimi due anni le importazioni di biologico extracomunitario siano quasi triplicate passando dai 31 milioni di tonnellate del 2006 ai 90 milioni di tonnellate del 2008, mentre nel 2007 le importazioni erano già raddoppiate a sessanta milioni di tonnellate.

Come risolvere questa situazione penalizzante per la nostra economia e per i produttori agricoli italiani del biologico? Ebbene, la Coldiretti ritiene che si debba intervenire garantendo più trasparenza con l’introduzione del marchio biologico italiano che tuteli il produttore nostrano e garantisca ai consumatori del nostro Paese di poter effettuare acquisti e scelte sicure e consapevoli.

Immagine tratta da: www.fareunregalo.it

291

Fonte | Coldiretti

Segui NanoPress

Ven 11/09/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08