Aliquote Irpef 2013, tutti gli scaglioni di reddito

Aliquote Irpef 2013, tutti gli scaglioni di reddito

aliquote irpef 2013

Le aliquote Irpef 2013 non subiscono variazioni. Non verrà attuata alcun tipo di modifica nè alle aliquote nè tanto meno agli scaglioni di reddito: insomma nel 2013 tutto resta uguale ed è stata anche annullata la riduzione di un punto percentuale delle aliquote dei primi due scaglioni Irpef inizialmente prevista nella legge di stabilità 2013. Intanto cerchiamo di capire quanto pagheranno i singoli contribuenti italiani, a seconda dei diversi scaglioni di reddito in vigore.

L’Irpef è l’acronimo di (I)mposta sui (R)edditi delle (PE)rsone (F)isiche e rappresenta il tributo statale più importante dell’ordinamento fiscale italiano. Vediamo a quanto ammontano le aliquote Irpef in base ai differenti scaglioni di reddito.

Primo scaglione di reddito: da 0 euro a 15.000 euro

aliquote irpef 2013 primo scaglione di reddito

Il primo scaglione di reddito è quello compreso tra un minimo di 0 euro e un massimo di 15 mila euro. Nel caso di tutti i contribuenti che rientrino in questa fascia, l’aliquota Irpef 2013 si attesta a quota 23%, con un onere massimo (nel caso di reddito di 15 mila euro), pari a 3.450 euro.

Secondo scaglione di reddito: da 15.001 euro a 28.000 euro

aliquote irpef 2013 secondo scaglione di reddito

Con il secondo scaglione di reddito siamo entro una fascia compresa tra i 15 mila euro e i 28 mila euro. Rientrano in questa fascia tutti quelli che percepiscono un reddito mensile superiore ai 1.250 euro, e inferiore ai 2.335 euro. Per questo scaglione, l’aliquota Irpef 2013 è consolidata al 27% da applicarsi sulla quota eccedente: il pagamento sarà pertanto pari a 3.450 euro, oltre all’aliquota suddetta imposta sulla parte che supera i 15 mila euro.

Il terzo scaglione di reddito: da 28.001 euro a 55.000 euro

aliquote irpef 2013 terzo scaglione di reddito

Rientrano nel terzo scaglione di reddito tutti i contribuenti italiani che abbiano un reddito mensile compreso tra almeno 2.335 euro e un massimo di 4.583 euro, ovvero una fascia compresa tra i 28.001 euro e i 55.000 euro. Per gli appartenenti a questa fascia, l’aliquota Irpef 2013 è fissata al 38% sulla soglia eccedente la seconda, ovvero 6.960 euro, più il 38% della parte che supera i 28 mila euro.

Il quarto scaglione di reddito: da 55.001 euro a 75.000 euro

aliquote irpef 2013 quarto scaglione di reddito

Nel caso del quarto scaglione di reddito siamo di fronte a tutti quei contribuenti che abbiano un reddito mensile superiore ai 4.583 euro, e non eccedente i 6.250 euro. Per questi contribuenti, l’aliquota Irpef 2013 è pari al 41% sulla parte che supera il terzo scaglione, ovvero 17.220 euro, oltre al 41% sulla quota più elevata.

Il quinto scaglione di reddito: oltre i 75 mila euro

aliquote irpef 2013 quinto scaglione di reddito

Quinto e ultimo scaglione di reddito è quello che riguarda i contribuenti che percepiscono un reddito annuo eccedente i 75 mila euro, ovvero oltre 6.250 euro mensili. Per quelli considerati come i più “ricchi” d’Italia, l’aliquota Irpef è pari al 43%, da applicarsi sulla soglia eccedente a quella contemplata come limite del quarto scaglione: ovvero, 25.420 euro, oltre al 43% sul reddito eccedente.

Chi fosse interessato ad approfondire la questione relativa alle aliquote Irpef può fare riferimento agli approfondimenti disponibili sulle aliquote Irpef 2012, aliquote Irpef 2011, aliquote Irpef 2010, aliquote Irpef 2009.

697

Segui NanoPress

Ven 04/01/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08