Amianto, il Codacons prepara un risarcimento

Amianto, il Codacons prepara un risarcimento
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

amianto indennizzo malattia 150x139

Oggi è la giornata mondiale della sicurezza e della salute sul lavoro. Il Codacons, per l’occasione, invita chiunque abbia subito danni da amianto ad agire attraverso l’Associazione per ottenere il legittimo risarcimento.

Alcune forme tumorali, come il mesotelioma, si sviluppano anche dopo 30 o 40 anni dal contatto. Quindi sono ancora a rischio coloro che lavoravano con l’amianto prima che fosse messo al bando, nel 1992. Tuttavia, il contatto con amianto non è solo un problema dei lavoratori: il materiale era largamente diffuso in edilizia e ancora oggi qualche casa lo contiene. Ad esempio nell’intercapedine tra gli infissi e gli avvolgibili.

Il Condacons ricorda a tutti che non tutti i luoghi con amianto sono stati bonificati (luoghi dove si lavorava o dove l’amianto veniva smaltito) e che è possibile richiedere il “danno parentale” quando un familiare si scopre affetto da tali gravi malattie. I parenti che vi convivono o che lo assistono sviluppano un autonomo diritto al risarcimento di quel danno che la giurisprudenza definisce, appunto, “danno parentale“.

Per quanto riguarda lo smaltimento del pericoloso minerale, fino al 2012 è possibile ricevere un contributo statale per la rimozione. Lo stabilisce un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico varato lo scorso 24 agosto. Il contributo si può richiedere per l’installazione di pannelli fotovoltaici, anche attraverso la sostituzione delle coperture in eternit tuttora presenti in larga parte del territorio nazionale.

Si sappia, infine, che la rimozione dell’amianto è catalogata fra i lavori usuranti e che il Consiglio dei Ministri dello scorso 28 gennaio ha varato alcune norme di “agevolazione”. Coloro che svolgono lavori usuranti come questo possono andare in pensione fino a 3 anni prima.

359

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 28/04/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Antonio 29 ottobre 2011 22:13

ciao sono Antonio,vorrei solamente dire che io sono stato danneggiato dall’amianto e precisamente ai Polmoni,avendo fatto Servizio per lo STATO in qualità di Agente di Polizia Giudiziaria,per circa 19 anni.La mia carriera è cominciata dale carceri più vecchie come quella di Capraia(Livorno)e Salerno centro con il carcere Borbonico,tutte queste antichità di mura comprendendo Amianto hanno fatto si che danneggiarmi la Vita,di cui sono stato costreto ad essere Operato presso il centro Oncologico di Rionero in Volture (PZ)dopo tutto questo posso chiedere il risarcimento danni? per favore vorrei una risposta se è possibile Grazie.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08