Esenzione ticket 2012: come richiederlo regione per regione

Esenzione ticket 2012: come richiederlo regione per regione

esenzione ticket 2012

Come noto, alcuni cittadini – titolari di precise e specifiche situazioni personali, sociali e reddituali – possono conseguire il diritto all’esenzione del ticket, ovvero la partecipazione al costo sulle prestazioni di laboratorio, di diagnostica strumentale, o di altre prestazioni specialistiche fornite in modalità ambulatoriale dalle strutture autorizzate.

Cerchiamo dunque di compiere un po’ di ordine in questa disciplina particolarmente cara agli italiani, con questo nostro speciale approfondimento.

Codici per l’esenzione del ticket
Sono quattro le categorie di cittadini esenti dal pagamento del ticket:

  • Codice E01: i cittadini di età inferiore ai sei anni o superiore ai sessantacinque anni, che appartengano a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore ai 36.151,98 euro.
  • Codice E02: disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza di coniuge, e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.
  • Codice E03: titolari di pensione sociale e loro familiari a carico.
  • Codice E04: titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza di coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Esenzione del ticket per età e reddito

Stabilito quanto precede, compiamo un passo in avanti e cerchiamo di chiarire cosa si intenda per nucleo familiare, reddito familiare e familiari a carico. Nell’ordine:

  • per nucleo familiare si intende quello rilevante ai fini fiscali (e non anagrafici!) costituito dall’interessato, dal coniuge non legalmente separato e da altri familiari a carico;
  • per familiari a carico si intendono i familiari non fiscalmente indipendenti, vale a dire i familiari per i quali l’interessato gode di detrazioni fiscali;
  • per reddito del nucleo familiare si intende la somma dei redditi dei singoli membri del nucleo, riferiti all’anno precedente.

Modulo esenzione ticket: come esercitare il diritto all’esenzione

Cerchiamo ora di capire in che modo esercitare il diritto all’esenzione. All’atto della prescrizione delle prestazioni di specialistica ambulatoriale, il medico di famiglia (o il pediatra) che possiede al lista degli esenti, fornita dal sistema Tessera Sanitaria, verifica su richiesta dell’interessato il diritto all’esenzione, lo comunica all’interessato e riporta il relativo codice sulla ricetta.

Se invece l’assistito non risulta nell’elenco degli esenti, il medico annulla la casella contrassegnata dalla lettera N presente sulla ricetta. L’assistito non deve apporre nessuna firma sulla ricetta. Se un assistito infine non compare nella lista degli esenti in possesso del medico, ma ritiene di poter possedere i requisiti per l’esenzione al ticket, deve compilare un apposito modulo esenzione ticket presso la ASL di competenza.

Se infine l’esenzione è relativa al codice E02 (i disoccupati), l’esenzione deve essere certificata annualmente dall’assistito presso la ASL di appartenenza che rilascia un apposito attestato.

Per l’esenzione di ticket specifici (esenzione ticket gravidanza o esenzione ticket patologia particolare), è invece necessario acquisire le informazioni territoriali presso la ASL.

Cerchiamo ora di evidenziare alcune tra le principali eccezioni in termini di esenzioni ticket.

Esenzione ticket in Sardegna

Oltre che le già ricordate esenzioni, la Regione Sardegna ha presentato numerose esenzioni specifiche:

  • Esenzione per invalidità e per patologie croniche: l’esenzione per malattie croniche e invalidanti, al pari di quella motivata dall’accertamento di una malattia rara, deve essere richiesta alla propria Asl di competenza, presentando il certificato medico che ne attesta la presenza.
  • Esenzione per malattie rare: il SSN tutela le persone affette da gravi patologie e per questo sia durante la fase delle indagini diagnostiche della malattia rara, sia quando questa viene accertata, la persona interessata ha diritto all’esenzione dal pagamento del ticket.
  • Esenzione per screening e gravidanza: il Servizio sanitario nazionale garantisce l’esenzione dal ticket nel caso di screening organizzati per la diagnosi precoce di alcune importanti patologie.
  • Maggiori info: www.regione.sardegna.it.

    Esenzione ticket in Sicilia

    Sono considerati esenti ticket:

  • i soggetti con età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro;
  • i disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
  • titolari di assegno sociale (ex pensione) e loro familiari a carico;
  • titolari di pensione al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti a un nucleo familiare (nucleo familiare fiscale*) con reddito complessivo a 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Si noti infine che il nucleo familiare fiscale comprende: il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e le persone a carico per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia in quanto titolari di un reddito non superiore ad € 2.840,51 (il reddito da considerare si riferisce all’anno 2011).

Esenzione ticket nel Lazio

L’esenzione da ticket nella Regione Lazio ricalca quanto previsto dalla normativa nazionale. Si tenga in considerazione che per poter avere diritto ai benefici previsti dai codici E01, E03 e E04, è necessario recarsi presso gli Uffici “Esenzione ticket” distrettuali della ASL di competenza per rendere l’eventuale autocertificazione che avrà durata sino al 31 marzo dell’anno successivo. Rimane in ogni caso valida la formula dell’autocertificazione presso la propria ASL di competenza per l’esenzione E02 relativa allo stato di disoccupazione. Anche l’autocertificazione avrà scadenza 31 marzo dell’anno successivo.

Per maggiori informazioni è a disposizione il portale della Sanità all’indirizzo www.poslazio.it.

Esenzioni ticket in Veneto

In Veneto risultano essere soggetti esenti ticket:

  • soggetti di età inferiore ai sei anni o superiore ai sessantacinque anni, purché appartenenti ad un nucleo familiare avente un reddito complessivo lordo riferito all’anno
    precedente non superiore a € 36.151,98 (Esenti reddito ed età) codificato in Regione del Veneto con codice regionale 7R2;
  • disoccupati ed i loro familiari a carico purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a € 8.263,31 aumentato a € 11.362,05 in presenza del coniuge non legalmente ed effettivamente separato, ulteriormente incrementato di € 516,46 per ogni figlio a carico.(Esenti per disoccupazione) con codice regionale 7R3;
  • soggetti di età superiore ai sessantacinque anni beneficiari di assegno (ex pensione) sociale e i loro familiari a carico (esenti per assegno sociale) codificato in Regione del Veneto con codice regionale 7R4;
  • soggetti di età superiore ai sessanta anni titolari di pensione al minimo ed i loro familiari a carico purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a € 8.263,31 aumentato a € 11.362,05 in
    presenza del coniuge non legalmente ed effettivamente separato, ulteriormente incrementato di € 516,46 per ogni figlio a carico. (Esenti per pensione al minimo) con codice regionale 7R5.

Esenzioni ticket in Puglia

In Puglia sono considerati esenti dal pagamento del ticket:

  • Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni,appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (codice esenzione E01);
  • Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E02);
    Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (Codice E03);
  • Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant’anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E04).

Non sono invece considerati esenti:

  • Lavoratori in mobilità e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E97);
  • Lavoratori in cassa integrazione ordinaria e straordinaria e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E98);
  • Inoccupati e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E99).

1552

Segui NanoPress

Gio 05/04/2012 da in , .

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08