Poste Italiane: servizi di recapito, novità in arrivo

Poste Italiane: servizi di recapito, novità in arrivo

Poste Italiane

Poste Italiane ha annunciato, in vista della completa liberalizzazione dei servizi di recapito, dall’1 gennaio del prossimo anno, una piccola rivoluzione per quel che riguarda la consegna giornaliera della posta. Il portalettere, infatti, suonerà al campanello delle case degli italiani anche fino alle ore 20 per quel che riguarda in particolare i cosiddetti servizi di recapito postale ad alto valore aggiunto. Il nuovo modello di recapito è stato messo in atto da Poste Italiane a seguito di uno specifico accordo con le organizzazioni sindacali che introduce per i postini, quindi, un nuovo orario di lavoro.

Nel dettaglio, dal lunedì al venerdì, dalla ore 8 alle ore 16, i portalettere consegneranno nelle case degli italiani e delle imprese la posta prioritaria, quella commerciale e la posta raccomandata, mentre dalle ore 14 alle ore 20 scatta dal lunedì al venerdì l’erogazione dei servizi di recapito a valore aggiunto offerti da Poste Italiane: da Aspettami al recapito telegrammi e passando per il servizio Chiamami, Dimmiquando, il ritiro a domicilio, il messo notificatore ed il ritiro della posta registrata; inoltre, gli stessi servizi, unitamente alle consegne urgenti di Raccomandata 1 e dei telegrammi, saranno erogati anche il sabato con orario dalle ore 8 alle ore 14.

In questo modo Poste Italiane punta a venire incontro alle mutate esigenze ed ai bisogni sempre più diversificati delle famiglie, delle imprese e dei liberi professionisti in modo da andare chiaramente ad incrementare l’efficienza e la qualità del servizio. A fronte dei nuovi orari di lavoro dei portalettere sarà contestualmente potenziata la flotta dei mezzi di trasporto; al riguardo Poste Italiane rende noto che entro il 2011 la flotta dei motoveicoli sarà rinnovata e potenziata con mezzi che offrono soluzioni più innovative per quel che riguarda la sicurezza, ma anche minori emissioni ed una riduzione dei consumi.

349

Fonte | Poste Italiane

Segui NanoPress

Mar 27/07/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Michele Lasco
Michele Lasco 5 gennaio 2011 22:50

L’INNOVAZIONE DI UN QUALUNQUE SOGGETTO, SEMPRE TESA, AD UN OTTIMIZZAZIONE DELLO STESSO, E’ VISTA SEMPRE IN UN OTTICA POSITIVA,MA CIò NONOSTANTE BISOGNA FARE QUALCHE RIFLESSIONE. LA STESSA INNOVAZIONE PER RISPONDERE AI REQUISITI PREPOSTI DEVE FUNZIONARE A 360° GRADI,E MI SPIEGO:
1)SOLLECITARE I COMUNI AD EFFETTUARE
IL PROPRIO CENSIMENTO(per i numeri
civici);
2)ADDESTRARE IL PERSONALE,(TASK
FORCE) NELLE DOVUTE PERCENTUALI,
IN GRADO DI COPRIRE LE ZONE DEL
BACINO;
3)PROCEDERE CON FUNZIONE DI
REPERIBILITA’ ALLA SOSTITUZIONE
DEL PERSONALE ASSENTE.

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08