Prezzi carne – Milano: arriva la bistecca con lo sconto

Prezzi carne – Milano: arriva la bistecca con lo sconto

prezzi carne

Per andare incontro alle esigenze dei consumatori, e per contrastare l’imperante carovita, il Comune di Milano e l’Associazione Macellai milanesi hanno siglato un’intesa finalizzata ad offrire, nella 4° settimana del mese, quella più difficile per chi deve far quadrare il bilancio familiare, tagli di carne a prezzo calmierato.

A darne notizia è il Comune di Milano, sottolineando come all’offerta di carne a prezzo calmierato verrà affiancata anche la pubblicazione di una “guida all’uso” dei tagli migliori e più convenienti a parità di gusto e proprietà nutrizionali, oltre alla creazione di “banchi offerte speciali” nei negozi aderenti.

Sono circa 500 le macellerie a Milano, e di queste, rende noto l’Amministrazione, sono già circa 70 quelle che hanno aderito all’iniziativa e che presto saranno segnalate con apposite vetrofanie per facilitarne il riconoscimento. Saranno ad esempio vendute le svizzere farcite di bovino a € 7,90 al kg, anziché € 12,00 nella “quarta settimana” del mese, quella più critica per molti pensionati e famiglie.

226

Fonte | Comune di Milano

Segui NanoPress

Ven 14/03/2008 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Amosgitai 6 novembre 2008 17:40

Non mi sembra una buona soluzione. Tutti acquisterebbero una scorta la 4a settimana… perché pagare di più le precedenti? Immagino poi le speculazioni!

Rispondi Segnala abuso
9 febbraio 2011 15:14

Si, certo, qualcuno si costruirà la villa speculando sulle svizzere…
Com’è che non hanno ancora sterilizzato la mamma dei cretini?

Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08