Quando pagare l’IVA

Quando pagare l’IVA

modello iva 2009

Quando si paga l’imposta sul valore aggiunto (IVA)? Ebbene, innanzi tutto il pagamento dell’imposta deve essere effettuato da chi una partita IVA la possiede ed è chiaramente movimentata generando un saldo positivo tra l’IVA sui ricavi e quella relativa ai costi per cui l’imposta è detraibile; la differenza, con periodicità predefinite deve essere versata dal contribuente attraverso il modello F24 e con procedura solo ed esclusivamente telematica.

Tutti i contribuenti con partita IVA devono versare tale saldo netto di imposta il 16 di ogni mese e relativamente all’imposta generata il mese precedente; questo significa, ad esempio, che l’IVA maturata da versare sugli affari del mese di gennaio, sottratta l’IVA ammissibile e detraibile sui costi, deve essere pagata entro il 16 di febbraio, oppure entro il primo giorno lavorativo successivo utile se il 16 del mese cade di sabato oppure di domenica.

Pur tuttavia, tutti quei contribuenti che hanno un giro d’affari inferiore a determinate soglie in base al settore economico di appartenenza, possono avvalersi della possibilità di pagare l’IVA ogni tre mesi; nel dettaglio, i contribuenti “trimestrali” versano l’IVA sul primo trimestre entro il 16 maggio, l’IVA del secondo trimestre entro il 16 agosto, e quella sul terzo trimestre il 16 di novembre.

Per quanto riguarda invece l’IVA sul quarto trimestre, si paga un acconto, se dovuto, entro il 27 dicembre, mentre il saldo dell’IVA Q4 (quarto trimestre) deve essere regolato entro e non oltre il 16 marzo dell’anno successivo; il vantaggio e la comodità di pagare l’IVA solo ogni trimestre anziché tutti i mesi viene incontro ai contribuenti con bassi volumi d’affari che in questo modo, di norma, possono avere una contabilità semplificata ma anche minori costi da sostenere per il lavoro del commercialista.

Pur tuttavia, i contribuenti che pagano l’IVA ogni trimestre devono comunque saldare l’imposta con una maggiorazione fissa dell’importo dell’1%. Per quanto riguarda i codici tributo da utilizzare per il pagamento dell’IVA con il modello F24, quelli per i contribuenti mensili partono dal codice tributo “6001″ per il mese di gennaio, fino ad arrivare al codice tributo “6012″ per l’IVA da versare relativamente al mese di dicembre; per i contribuenti trimestrali, invece, i codici tributo partono dal “6031″, che corrisponde al saldo IVA primo trimestre, fino ad arrivare al “6034″ per l’IVA del quarto trimestre.

Per pagare gli acconti IVA, invece, i “mensili” utilizzano il “6013″, ed i “trimestrali” il “6035″; se l’IVA non viene saldata nei termini di scadenza prefissata, l’imposta può essere ancora saldata ma all’importo devono essere aggiunte le sanzioni e gli interessi sul ravvedimento che vengono pagati con il codice tributo “1991″.

Immagine tratta da: www.contribuenti.it

543

Segui NanoPress

Sab 16/05/2009 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08