Trenitalia Frecciargento Roma – Venezia, rimborso e scuse FS

Pubblicato da Filadelfo Scamporrino, Venerdì, 17 Dicembre 2010.

Saranno tutti adeguatamente rimborsati i passeggeri che, nella giornata di ieri, giovedì 16 dicembre 2010, sono saliti sul treno Frecciargento 9416 Roma – Venezia; dopo la partenza, alle ore 14,45 da Roma, infatti, il convoglio è rimasto alle ore 15,05 senza alimentazione sulla linea Direttissima Roma – Firenze, nel tratto tra Capena e Sant’Oreste, a causa della rottura della linea elettrica aerea. Di conseguenza, come spiegato dalle FS, che al riguardo si scusano con i passeggeri, il convoglio è stato poi trainato da un locomotore diesel dopo aver messo in sicurezza l’area.

A questo punto i passeggeri sono scesi ad Orte ed hanno proseguito il loro viaggio salendo su un altro Frecciargento. Intanto nei giorni scorsi il Movimento Consumatori, in merito al servizio del trasporto ferroviario, ha con preoccupazione reso noto che dal 2011 i passeggeri, purtroppo, anche a causa dei tagli del Governo, dovranno aspettarsi nuovi e concreti disagi. In particolare, il rischio reale è quello di un incremento considerevole dei biglietti, tra il 15% ed il 35%, in grado di generare ricadute negative stimabili fino a ben 380 euro annui a carico dei pendolari che nei giorni feriali si spostano in treno per lavoro o per studio.

In ogni caso, per quel che riguarda l’acquisto dei biglietti di Trenitalia, le Ferrovie dello Stato sono tornate a ribadire come sia necessario acquistare i titoli di viaggio solo ed esclusivamente attraverso i canali ufficiali, ovverosia le agenzie di viaggio, le macchinette emettitrici automatiche, le biglietterie di stazione, il sito Internet di Trenitalia ed il call center. Questo perché i biglietti acquistati fuori dai canali ufficiali potrebbero non essere validi e/o frutto di truffe telematiche ed informatiche. Insomma, sottolineano proprio FS, così come non occorre accettare caramelle dagli sconosciuti, allo stesso modo occorre dubitare e diffidare della vendita di biglietti ferroviari al di fuori dei canali ufficiali.

Via | FS