Versare contributi volontari per la pensione conviene veramente?

Versare contributi volontari per la pensione conviene veramente?
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

golden age

Sulle pagine di Vostri Soldi cerchiamo oggi di affrontare un tema davvero spinoso. Conviene veramente versare contributi volontari per integrare la nostra pensione? Insomma, in altri termini, è o no conveniente costruirsi una pensione integrativa? La nostra risposta, anticipiamo, è tendenzialmente positiva. Cerchiamo ad ogni modo di vederci più chiaro in questo nostro rapido approfondimento.

I vantaggi fiscali sui premi

Pensione integrativa

Innanzitutto esiste un primo motivo di vantaggio di natura fiscale. Effettuare versamenti per la pensione integrativa significa poter dedurre tali premi per le polizze previdenziali fino a un massimo di 5.164,57 euro l’anno. Di conseguenza, l’investimento nella pensione integrativa potrebbe risultare un buon metodo non solo per accumulare una migliore prestazione futura, ma anche per diminuire l’imposizione Irpef attuale.

La tassazione delle prestazioni

Pensione integrativa

Inoltre, occorre ricordare come la prestazione finale (sia essa una rendita vitalizia o un capitale erogato in un’unica soluzione) sono tassati con un’aliquota pari al 15%, in riduzione di 0,30 punti percentuali per anno di partecipazione successivo al quindicesimo (pertanto, con trentacinque anni di contributi volontari, la partecipazione può arrivare a un minimo di 9 punti percentuali sulla rendita o sul capitale), contro il 23% di aliquota minima del TFR.

Attenzione: dove effettuare i versamenti?

Pensione integrativa

Certo è che il rendimento dei versamenti per la pensione integrativa non sono certamente uniformi, bensì variano dalla natura della polizza e, al suo interno, dal fondo all’interno del quale vengono conferiti i premi. Il nostro consiglio è quello di fare molta attenzione alla scelta del fondo, privilegiando quelli più prudenti se ci si trova in tempi prossimi alla pensione, e quelli più dinamici se invece la pensione è lontana almeno 20 anni.

Qui altri post in tema.

Riforma pensioni: 65 anni per le donne
Previdenza integrativa: guida per i giovani
Pensioni: aumenta la soglia di età

483

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 20/06/2011 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Cipriotti giuseppe 21 febbraio 2013 17:22

se possibile vorrei delle risposte come tanti sono rimasto senza lavoro avevo una piccola ditta lavoravo con mio figlio e nel 2009 per la crisi nel settore orafo ho chiuso con la speranza di arrivare alla pensione mi mancava pochi anni che avrei coperto pagando contributi volontari come sto facendo attualmente.
Ma poi la Fornero ha rovinato la mia aspettativa come quelle di molte altrepersone nella mia stessa situazione.Mi sono rivolto ad uffici IMPS e patronati non ho avuto una risposta che mi dia una certa tranquillità ogniuno mi da risposte diverse per favore chiaritemi la mia situazione sono nato il 27/07/1958 con il prossimo pagamento di contributo volontario di aprile 2013 ho versato 37 anni di contributi non risulto esodato mi è stato detto che avendo fatto domanda per contributi nel 2009 prima della riforma fornero la riforma non vale per me.
L?IMPS non ha chiarito la situazione:
Per favore datemi una risposta cosa mi devo aspettare per quanto ancora devo pagare i contributi stiamo facendo altro che lacrime e sangue tanto più che mio figlio di 27 anni non lavora non perchè e schizzignoso ma perchè non lo trova e se li trova sono per 3 mesi.Vi ringrazio anticipatamente
cordiali saluti da Cipriotti Giuseppe 55 anni senza lavoro e speranza

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08